Técnica de Trading con ADX

Los mejores corredores de opciones binarias 2020:
  • Binarium
    Binarium

    1er lugar! El mejor broker de opciones binarias!
    Ideal para principiantes! Entrenamiento gratis! Bonos de registro!

  • FinMax
    FinMax

    2do lugar! Gran corredor!

Técnica de Trading con ADX

Señales para entrar al mercado

Filtros de las señales

Con el fin de filtrar las señales producidas por esta técnica de trading de modo que tengamos mayor seguridad a la hora de entrar al mercado, podemos emplear la siguiente combinación de indicadores:

  • Media móvil exponencial de 100 periodos.
  • Media móvil exponencial de 200 periodos.
  • Media móvil simple de 13 periodos.

Todos sabemos que cuando una media móvil con un periodo menor pasa por arriba o por abajo de la media móvil con mayor periodo es un indicativo de la dirección de la tendencia, es decir esta es alcista si el cruce es hacia arriba y bajista si es hacia abajo. De esta manera cuando las medias móviles de 13, 21 y 100 periodos están por arriba de 200, la tendencia es claramente alcista y cuando están abajo de esta la tendencia es bajista.

Así mismo cuando la medias móviles están mezcladas unas con otras sin una clara dirección y cruzandose entre sí a cada momento seguramente el mercado está en una tendencia lateral. Por eso, en este caso no se debe entrar al mercado cuando la media móvil de 13 periodos esté muy cerca de la media de 21 periodos y/o cuando la media móvil de 100 está a la par de la media de 200 periodos.

Otro filtro que debemos tomar en cuenta en el mismo ADX es cuando las líneas +DI y -DI se encuentran debajo del nivel de 20 o por arriba del nivel de 40, lo cual es indicativo de que la tendencia está perdiendo su fuerza o ya la ha perdido.

ADX: guida ai segnali di trading

Fare trading online sul Forex sarebbe impossibile senza indicatori tecnici. Come promesso eccoci qui ad approfondire l’utilizzo di uno di essi che per noi è veramente tra i più utili ed efficaci per operare sui CFD nel Forex o qualsiasi altro mercato sia di tuo interesse.

Prima di cominciare la nostra analisi, segnaliamo il miglior servizio di segnali per trading: clicca qui per ricevere segnali gratuiti e molto affidabili, come dimostra lo storico del servizio che è realmente straordinario.

Con gli indicatori di trading monitorare il mercato diventa veramente molto più semplice di quanto lo sarebbe normalmente. In pratica senza indicatori di analisi tecnica osservare il grafico sarebbe come osservare una cartina geografica ma senza la bussola e quindi senza la possibilità di capire dove si trovino il sud, il nord, l’est o l’ovest.

Usare un indicatore come l’ADX significa adottare un vero e proprio approccio strategico al trading. Anche se a volte imparare ad utilizzare e leggere gli indicatori potrebbe apparire una operazione molto difficile ai principianti, come sempre bisogna comprendere che è tutta una questione di pratica e di nient’altro, solo l’assiduo utilizzo di un certo indicatore e l’osservazione dei grafici ti possono permettere di padroneggiare i tuoi trades: Proprio per questo motivo molto spesso si sente dire che il trading online è una questione di pazienza. I risultati arrivano ma bisogna avere la pazienza di costruire, mattoncino dopo mattoncino le proprie competenze.

Ecco quello che faremo qui sarà proprio fornirti solide basi per imparare come gestire degli investimenti con l’indicatore ADX, uno dei tanti indicatori che puoi scegliere di utilizzare; è difficile dire quale indicatore sia il migliore, ma noi abbiamo selezionato tutta una serie dei più efficienti strumenti che puoi utilizzare per migliorare i rendimenti nei trades. Hai l’imbarazzo della scelta e non devi fare altro che capire quale indicatore si adatti meglio al tuo stile di investimento. Intanto non perdere questo approfondimento sull’ADX che sicuramente ti interesserà per la sua semplicità ed efficacia.

Prima di cominciare, ti vogliamo ricordare che per ottenere successo nel trading non basta utilizzare le strategie migliori, devi anche pensare alla piattaforma che utilizzi. Qui sotto ti presentiamo alcune tra le migliori piattaforme di trading online.

Los mejores corredores de opciones binarias 2020:
  • Binarium
    Binarium

    1er lugar! El mejor broker de opciones binarias!
    Ideal para principiantes! Entrenamiento gratis! Bonos de registro!

  • FinMax
    FinMax

    2do lugar! Gran corredor!

Social Trading (Copia i migliori)

Semplice ed intuitivo

Leva fino a 400 per trader professionisti

Metatrader 4 disponibile

Demo Gratuita Illimitata

Deposito minimo basso

Sono piattaforme affidabili e oneste. Tutte le piattaforme in elenco sono gratuite e non applicano commissioni.Ognuna di esse ha anche delle particolari caratteristiche che abbiamo inserito nella nostra tabella in modo che tu possa effettuare la scelta nel migliore dei modi possibili.

Indicatore ADX: come funziona?

Una delle competenze che prima di altre deve essere acquisita da un trader è quella di capire, osservando un grafico, quale sia la direzione prevalente intrapresa dal prezzo. In pratica è fondamentale riuscire a percepire se il mercato si trova in una fase rialzista, ovvero di movimento verso l’alto del prezzo sul grafico, oppure viceversa se ci si trova in una fase ribassista, quella in cui invece il prezzo tende a calare a causa della forza dei venditori, i quali in quel momento evidentemente stanno avendo la meglio sui compratori.

Per stabilire questa informazione fondamentale in realtà c’è uno strumento molto semplice e stiamo parlando ovviamente dell’ADX, ovvero del cosiddetto Average Directional Index, ma non preoccuparti anche se questo termine ti sembra troppo lungo e complicato imparare come leggere questo indicatore sarà molto più veloce e diretto di quello che potresti pensare.

Come abbiamo già anticipato questo indicatore è stato una invenzione di un ingegnere scopertosi molto bravo nell’analisi tecnica e nell’invenzione di strumenti di analisi del mercato. Welles Wilder inventò l’ADX credendo che si adattasse soltanto al mercato delle materie prime per poi invece constatare che fosse efficace su tutti i tipi di mercati ed ovviamente il Forex! L’intento del suo inventore era quello di individuare la forza relativa di un trend, ovvero delle tendenze di mercato.

Oggi l’ADX è stato migliorato e modificato nonché reso ancora più semplice nella sua lettura. In pratica assolve anche ad altre funzioni come quella di verificare la direzione del trend e non più soltanto la sua forza relativa.

L’indicatore ADX si sostanzia di 3 elementi fondamentali che lo caratterizzano ecco quali sono:

  1. Il primo è lo stesso ADX che aiuta a raccogliere dati sulla forza di un trend.
  2. Poi abbiamo la variabile +DI che indica quando il mercato è in tendenza rialzista
  3. Infine abbiamo la variabile -DI che invece indica quando il mercato è in tendenza ribassista

Senza scendere troppo in inutili dettagli tecnici quindi devi pensare che l’ADX si compone semplicemente di 3 linee, ognuna delle quali rappresenta gli elementi che abbiamo appena descritto. Queste linee si muovono tutte all’interno di una zona, una fascia numerata con valori che vanno da 0 a 100. Può capitare che su alcune piattaforme di trading l’ADX venga rappresentato da una linea sola e tu devi aggiungere le altre 2 manualmente, ma in genere non ci sono di questi problemi.

La linea che rappresenta l’ADX dicevamo, da sola non può aiutarti a stabilire la direzione che ha preso il mercato, ma la forza che lo caratterizza o meglio quanti investitori sono impegnati in quel momento a spingere il prezzo in una data direzione, questi sono dati importantissimi per un trader che offrono indicazioni molto utili per capire come comportarsi. Ecco come si comporta la linea dell’ADX:

  • Quando l’ADX si porta sul suo grafico al di sopra del valore di 40 allora puoi ritenere che il trend in atto è forte ed accompagnato da molti operatori sul mercato, anzi con questa cifra si può anche parlare di un trend talmente forte da essere quasi trascinante!
  • Nel momento in cui invece l’ADX si porta al di sotto della soglia di 20 bisogna fare attenzione perchè il trend sembra a quel punto avere esaurito la forza di spinta che aveva mantenuto fino a quel momento.

Una prima considerazione strategica che possiamo fare qui è che se il mercato sta rallentando come indicato dall’ADX ciò significa che potresti trovarti già di fronte ad una fase laterale nella quale non devi pensare assolutamente di entrare aprendo una posizione che quasi certamente si rivelerà fallimentare. Per effettuare un trade ti conviene semplicemente aspettare che l’ADX assuma un valore al di sopra del 30 ecco quindi che c’è la possibilità che stia per formarsi un nuovo trend che tu puoi sfruttare acquistando o vendendo sull’asset prescelto.

Come puoi usare l’indicatore ADX per investire

Al di la del consiglio operativo fornito in precedenza ci sono altre possibilità da esplorare in quanto ti abbiamo fatto notare che l’ADX si compone di 3 linee ognuna delle quali può essere sfruttata per aprire una posizione vincente a seconda del suo comportamento. Ecco quindi come organizzarti per entrare a mercato nel caso in cui tu voglia fare un eseguito di acquisto o vendita.

Segnale dell’ADX per entrare a mercato Long: per decidere se entrare o meno a mercato aprendo una posizione di acquisto (long) devi osservare il comportamento della linea +DI, se quest’ultima supera dal basso verso l’alto la linea -DI allora il mercato sta per subire una inversione e potrebbe nascere un nuovo trend rialzista.

Segnale dell’ADX per entrare a mercato short: per decidere invece se conviene fare una entrata con una posizione di vendita devi semplicemente osservare le stesse indicazioni fornite in precedenza, ma in questo caso sarà -DI che deve superare dall’altro verso il basso la linea +DI, questo è un chiaro segnale ribassista.

Consigli strategici per l’indicatore ADX

Ovviamente sia per una entrata short che per una entrata long a mercato devi fare attenzione ad un aspetto fondamentale. L’ADX deve trovarsi come minimo sulla soglia limite di 25 nella sua scala di valori altrimenti c’è troppo poca partecipazione al mercato e l’indecisione potrebbe mandare a monte i tuoi piani!

L’ADX come anche altri indicatori di trading potrebbe essere soggetto a falsi segnali ovvero, le relazioni tra +DI e -DI non sempre possono portare ad ottenere dei segnali di trading affidabili nel 100% dei casi. Per fare in modo di limitare al massimo i falsi segnali in realtà basta osservare la semplice regola di non entrare a mercato se l’ADX segna valore al di sotto di 25, in quel caso il mercato si trova evidentemente in fase laterale e non offre praticamente alcuna opportunità per piazzare una operazione lucrativa.

Per evitare problematiche di qualsiasi tipo ed anche evitare perdite importanti utilizzando l’ADX per investire bisogna utilizzare infine delle tecniche basilari di gestione del capitale che permettano di razionalizzare l’attività.

Anche quando si rispettano tutte le regole di una strategia può succedere che il mercato ti tenda delle trappole oppure che si presenti qualche sorta di imprevisto. Per evitare spiacevoli accadimenti il trader quindi deve porre particolare attenzione alla perdita massima che può permettersi in ogni investimento. I migliori traders raccomandano una soglia massima del 5% per investimento come perdita accettabile nel caso in cui il tuo trade non vada come programmato.

Quindi è di fondamentale importanza impostare lo stop loss a dovere, pochi pips al di sotto o al disopra, a seconda delle esigenze, rispetto alla tua entrata a mercato, questo permetterà di eliminare la componente emotiva dal trading che a volte sembra avere il potere di bloccare la mente del trader che non riesce a chiudere una posizione in perdita anche quando che quella sarebbe la scelta più giusta e razionale possibile.

L’ADX è un indicatore di trading che ha fatto le fortune di molti investitori, utilizzato su mercato particolarmente volatili come le coppie del mercato valutario saprà regalare anche a te magnifiche soddisfazioni. In particolare è possibile consigliare tutte quelle coppie di valute che coinvolgono il dollaro, le quali sono generalmente più movimentate e profittevoli di altre opzioni. A noi non resta che augurarti buon trading con l’utilizzo dell’indicatore ADX.

Ricorda che fare trading online senza problemi devi utilizzare solo le migliori piattaforme. Qui sotto trovi la nostra selezione:

ADX, come individuare il trend

ADX, Average Directional Movement, con –DI (Minus Directional Indicator) e +DI (Plus Directional Indicator), rappresentano un gruppo di indicatori di tendenza che formano un vero e proprio sistema di trading sviluppato da Welles Wilder.

Inizialmente l’indicatore era stato creato da Wilder appositamente per le commodities su base giornaliera ma successivamente ci si è resi conto che si può benissimo applicare anche all’analisi degi strumenti azionari e, con i dovuti aggiustamenti, anche al trading su indici e futures.

L’ADX misura la forza del trend senza però fornire indicazioni sulla sua direzione. Il +DI e il –DI completano la funzione dell’ADX definendo anche la direzione del trend. Utilizzando insieme i tre indicatori possiamo determinare sia la direzione del trend che la sua forza.

La costruzione dell’ADX è basata sul +DM (plus directional moviment) e il –DM (minus directional moviment) determinati, secondo Wilder, dalla differenza fra due minimi consecutivi con la differenza dei due relativi massimi.

Senza entrare nel dettaglio del suo calcolo, vediamo piuttosto come interpretarlo.

In genere si assume che il trend sia positivo quando il +DI è superiore al –DI e viceversa per il trend negativo. L’intersezione di questi due ultimi indicatori viene combinata poi con il valore dell’ADX per ottenere un sistema completo di trading. Il fatto che Wilder abbia ideato l’indicatore per il trading su materie prime e valute non significa che non possa essere applicato anche alle azioni, logicamente andremo a scegliere quelle azioni che mostrano una volatilità abbastanza elevata, in quanto su titoli scarsamente volatili può generare spesso falsi segnali o non generarne affatto.

L’ADX per sua natura può anche essere usato per aiutarci a scegliere se applicare una strategia trend following o una strategia non trend following.

Secondo Wilder un titolo è da considerare in trend quando l’indicatore ADX supera il valore di 25, mentre siamo in assenza di trend, quando l’indicatore si trova sotto il valore di 20. Rimane una zona di neutralità, quella compresa fra 20 e 25. Apriamo una breve parentesi, per dire che sul mercato italiano si può accettare un valore di ADX inferiore (pari a 20) come soglia critica, superata la quale, il titolo è da considerarsi in trend, in quanto i titoli italiani sono in linea generale meno volatili di quelli americani.

Per fare un esempio pratico di quanto esposto fino ad ora facciamo riferimento al grafico seguente, dove vediamo nella parte bassa il gruppo dei 3 indicatori: in nero l’ADX, in verde il +DI e in rosso il –DI. Vediamo come la parte evidenziata in giallo sia caratterizzata da un’ADX sotto il valore di 20 (personalmente preferisco usare questa soglia), mentre nella parte successiva l’indicatore sale su valori molto più elevati così come i prezzi.

In pari tempo il nostro +DI superiore al –DI nella parte in trend ci indica che il titolo è in trend positivo.

Un semplice metodo operativo ideato da Wilder prevede l’entrata long quando il +DI attraversa verso l’alto il –DI con ADX superiore a 20 (25 il valore il valore usato da Wilder, tenuto conto che veniva applicato sul mercato americano). L’entrata short, per converso, si ha quando il +DI attraversa verso il basso il -DI con ADX superiore al valore 20. Se l’indicatore ADX non si trova al di sopra della soglia di 20 non si apre nessuna posizione.

Ma vediamo la tecnica messa in pratica.

Nel grafico che segue ancora il titolo Finmeccanica.

Il primo segnale generato nel grafico è un segnale long, l’ADX si trova sopra il valore 20 e il +DI incrocia al rialzo il –DI. Entriamo long alla rottura rialzista della barra che ha determinato l’incrocio e posizioniamo il nostro stop sotto la candela di setup.

Vediamo che dopo non molto i prezzi invertono la direzione generando un segnale short. L’ADX , pur avendo ritracciato, è ancora sopra 20 e il +DI incrocia al ribasso il -DI.

Il segnale short, contrariamente al long genera un movimento di lungo periodo.

Abbiamo voluto esporre questi due esempi per evidenziare come anche questa tecnica debba essere posta in essere con un buon money management per evitare di vedere svanire il profit potenzialmente realizzato; il suggerimento è quindi di stabilire un profitto minimo, eventualmente pari allo stop iniziale, raggiunto il quale chiudere parte della posizione e seguire poi in trailing stop.

Los mejores corredores de opciones binarias 2020:
  • Binarium
    Binarium

    1er lugar! El mejor broker de opciones binarias!
    Ideal para principiantes! Entrenamiento gratis! Bonos de registro!

  • FinMax
    FinMax

    2do lugar! Gran corredor!

Opciones binarias: estrategias, robots e indicadores
Deja un comentario

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: